Category: Destinazioni

Video Valdarno Pisa Toscana

Video Valdarno Pisa Toscana 

 

Pomarance

PomarancePomarance

Documentata già nel X secolo, Pomarance  vanta una chiesa in stile romanico con opere dei pittori locali Niccolò Cercignani e Cristofano Roncalli (detto il Pomarancio). Tra i molti palazzi signorili si ricordano il Palazzo Vicariale, il Palazzo Pretorio, il Museo Casa Bicocchi, Palazzo Ricci (che espone una  raccolta di ceramiche del XVI e XVII secolo) e il Palazzo-Teatro De Larderel, che insieme al Teatro dei Coraggiosi ospita gli eventi culturali.

La storia recente di Pomarance è legata al nome dell’ingegnere francese François De Larderel, che diede inizio alla costruzione del complesso di Larderello, sfruttando l’energia geotermica del sottosuolo.  Il paesaggio è qui caratterizzato da enormi tubazioni che conducono il vapore alle centrali e alle torri di raffreddamento creando un’atmosfera insolita, tanto da meritare il nome di "Valle del Diavolo". Si consiglia la visita al Museo ENEL della Geotermia, dove si dimostra dal vivo la potenza della forza endogena sprigionata da un soffione. La geotermia è ancora oggi sfruttata attraverso tecnologie all’avanguardia per fornire energia elettrica e teleriscaldamento a tutta la zona.

Read more

Pomarance

Pomarance

Documentata già nel X secolo, Pomarance  vanta una chiesa in stile romanico con opere dei pittori locali Niccolò Cercignani e Cristofano Roncalli (detto il Pomarancio). Tra i molti palazzi signorili si ricordano il Palazzo Vicariale, il Palazzo Pretorio, il Museo Casa Bicocchi, Palazzo Ricci (che espone una  raccolta di ceramiche del XVI e XVII secolo) e il Palazzo-Teatro De Larderel, che insieme al Teatro dei Coraggiosi ospita gli eventi culturali.

La storia recente di Pomarance è legata al nome dell’ingegnere francese François De Larderel, che diede inizio alla costruzione del complesso di Larderello, sfruttando l’energia geotermica del sottosuolo.  Il paesaggio è qui caratterizzato da enormi tubazioni che conducono il vapore alle centrali e alle torri di raffreddamento creando un’atmosfera insolita, tanto da meritare il nome di "Valle del Diavolo". Si consiglia la visita al Museo ENEL della Geotermia, dove si dimostra dal vivo la potenza della forza endogena sprigionata da un soffione. La geotermia è ancora oggi sfruttata attraverso tecnologie all’avanguardia per fornire energia elettrica e teleriscaldamento a tutta la zona.

Read more

Capannoli

CapannoliCapannoli

Capannoli, borgo di origine medievale, si trova sul declivio di un colle che si affaccia sulla valle del fiume Era. In una posizione anticamente di grande rilievo, si è sviluppato prima come borgo fortificato, poi come centro dedito agli scambi commerciali ed economici.

Sullo sfondo il paesaggio delle Colline Pisane, caratterizzato da un’intensa attività agricola con vigneti, oliveti e frutteti, e ricco di itinerari percorribili in bicicletta, a piedi e a cavallo.

Read more

Capannoli

Capannoli

Capannoli, borgo di origine medievale, si trova sul declivio di un colle che si affaccia sulla valle del fiume Era. In una posizione anticamente di grande rilievo, si è sviluppato prima come borgo fortificato, poi come centro dedito agli scambi commerciali ed economici.

Sullo sfondo il paesaggio delle Colline Pisane, caratterizzato da un’intensa attività agricola con vigneti, oliveti e frutteti, e ricco di itinerari percorribili in bicicletta, a piedi e a cavallo.

Read more

Casciana Terme

Casciana Terme - Stabilimento termaleCasciana Terme

Circondata da un bel paesaggio collinare, Casciana  è da sempre legata alle sue sorgenti termali calcico-sulfuree a temperatura costante di 36°C. L’acqua termale, detta Acqua Mathelda, è da sempre impiegata per combattere artrosi, reumatismi e sciatica. Col passare degli anni ha visto allargare i suoi impieghi nelle moderne terapie di riabilitazione motoria, nelle cure cardiovascolari e in quelle inalatorie.

Read more

Fauglia

FaugliaFauglia

Fauglia ha conservato le caratteristiche del tipico paese rurale, testimone di una civiltà contadina quasi del tutto scomparsa. In seguito alla distruzione del castello, avvenuta nel 1433 ad opera dei fiorentini, il paese andò pian piano strutturandosi come lo si vede oggi, lungo il crinale della collina.

Sull’unica strada che attraversa l’abitato si affacciano edifici e palazzi costruiti in gran parte tra il XVII e il XIX secolo, nel momento di maggiore prosperità della zona. I punti di maggiore interesse sono la Chiesa di San Lorenzo, il palazzo comunale e il campanile della chiesa vecchia. Da visitare i depositi sotterranei di granaglie, recentemente rinvenuti in Piazza del Mercato.

Read more

Fauglia

Fauglia

Fauglia ha conservato le caratteristiche del tipico paese rurale, testimone di una civiltà contadina quasi del tutto scomparsa. In seguito alla distruzione del castello, avvenuta nel 1433 ad opera dei fiorentini, il paese andò pian piano strutturandosi come lo si vede oggi, lungo il crinale della collina.

Sull’unica strada che attraversa l’abitato si affacciano edifici e palazzi costruiti in gran parte tra il XVII e il XIX secolo, nel momento di maggiore prosperità della zona. I punti di maggiore interesse sono la Chiesa di San Lorenzo, il palazzo comunale e il campanile della chiesa vecchia. Da visitare i depositi sotterranei di granaglie, recentemente rinvenuti in Piazza del Mercato.

Read more

Santa Luce

santa Luce - LagoSanta Luce

Documentata fin dal IX secolo, Santa Luce  conserva oggi solo alcune tracce della rocca e della struttura urbanistica medievale, oltre ad una pieve romanica nella vicina frazione Pieve di Santa Luce quasi distrutta dal terremoto che nel 1846 colpì l’area delle Colline Pisane.

Sono tuttavia la natura e l’ambiente a caratterizzare il territorio comunale. I boschi di Santa Luce sono attraversati da sentieri e percorsi trekking a piedi e in bicicletta. L’oasi LIPU del lago artificiale di Santa Luce dispone di un centro visite e laboratorio didattico, percorsi natura attrezzati e postazioni per gli amanti del bird watching.

Read more

Terricciola

Terricciola

Borgo di origine etrusca, come documentato dalla recente scoperta di una necropoli nelle frazioni di Morrona  e Soiana, in epoca medievale Terricciola aveva un sistema di torri difensive, da cui il nome, derivato dal latino turris. Della contesa tra Pisa e Firenze rimane il ricordo nel simbolo comunale, dove sono presenti metà giglio fiorentino e metà croce pisana.

Pur essendo borgo rurale, Terricciola presenta nel territorio luoghi di interesse artistico, come il Santuario della Madonna di Monterosso, opera quattrocentesca di Masolino da Panicale, la Villa Gherardi Del Testa e la Badia Camaldolese di Morrona, oggi all’interno di una vasta tenuta.

Read more